foto repertorio pista ciclabile

Approvato da Regione Lombardia il progetto dell’Unione Adda Martesana e delle alle aziende agricole per promuovere il territorio.

6 giugno 2018

La Direzione Generale Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi di Regione Lombardia ha pubblicato sul Bollettino Ufficiale di lunedì 4 giugno gli esiti dell’istruttoria dei progetti integrati d’area (Operazione 16.10.02 del Programma di Sviluppo Rurale PSR 2014-2020).

Il progetto “Adda Martesana, tra acqua e terra” presentato a inizio 2018 dall’Unione risulta tra i quindici progetti ammessi a finanziamento con un punteggio che lo classifica al quarto posto nella graduatoria.

Quella proposta è una forte azione di partenariato tra soggetti pubblici e privati per valorizzare il territorio e il patrimonio rurale e rafforzare la competitività delle imprese agricole. I promotori del progetto sono 13 aziende agricole, l’Unione dei Comuni dell’Adda Martesana e l’associazione sportiva Reds di Pozzuolo Martesana.

In concreto la progettazione prevede a Bellinzago Lombardo la riqualificazione della Roggia Ghiringhella e la realizzazione di una tensostruttura da adibire a mercato agricolo, a Liscate il completamento del sistema dei percorsi ciclabili con rifacimento della pavimentazione in diversi tratti e creazione di piazzole di sosta e aree attrezzate e interventi per rendere maggiormente fruibili aree di interesse come il Fontanile Albanedo e il Fontanile Castellazzo. A Pozzuolo Martesana la riqualificazione dell’Oasi naturalistica dell’ex cava di prestito TEEM e la sistemazione dell’ultimo tratto della pista ciclopedonale che collega Melzo a Pozzuolo e che servirà a rendere più fruibile anche l’Oasi naturalistica. A Truccazzano, come negli altri comuni, sono  previsti interventi su immobili rurali e la realizzazione di siepi e filari soprattutto lungo i percorsi ciclopedonali.

A questo proposito Angela Comelli, Presidente dell’Unione dell’Adda Martesana ha commentato:  “Un risultato importante per l’Unione e per le aziende del territorio. Questo tipo di partenariato è lo strumento più efficace per promuovere lo sviluppo economico e turistico e diventare interlocutori efficaci nella programmazione delle risorse di Regione Lombardia e Unione Europea.”

Condividi sui Social!